pubblicità

Barcellona: lungo i sentieri del modernismo

Barcellona: lungo i sentieri del modernismo

Barcellona: lungo i sentieri del modernismo

A piedi a Barcellona per conoscere il Modernismo di Antoni Gaudí e dei suoi contemporanei. Iniziando dagli splendidi palazzi di Passeig de Gràcia, una delle arterie principali del capoluogo catalano, il nostro tour prosegue fino alla Sagrada Familia, la fantastica cattedrale ideata da Gaudí, e si conclude al Parc Güell.skaityti daugiau

Caratteristiche. Itinerario di interesse artistico. Circa 6 chilometri da percorrere impiegando dalle 2 alle 4 ore. Lo sforzo richiesto è moderato.Per saperne di più

Se siete amanti del Modernismo Barcellona è la città che fa per voi. Il capoluogo catalano, infatti, è ricco di palazzi, chiese, musei, parchi ispirati allo stile decorativo, noto altrove come Art Nouveau o Stile Liberty, che si caratterizza per le linee avvolgenti, la policromia, e forme naturali simbolizzate.aqui

Accantoniamo, quindi, gli itinerari classici, che fanno di Barcellona una delle capitali europee del divertimento, e lanciamoci alla scoperta dei capolavori realizzati da Antoni Gaudí e Domenech i Montaner.

Partiamo da Plaça Catalunya, cuore della città, da cui si dirama Passeig de Gràcia, una delle strade più eleganti di Barcellona. Da questo punto inizia il Quadrat d'Or: l'area preferita dalla ricca borghesia che, all'inizio del XX secolo, accolse il nuovo stile artistico e architettonico con grande entusiasmo. Oggi, infatti, l'intera area, un centinaio di isolati, racchiude molti dei principali edifici modernisti. Prima di immetterci in Passeig de Gràcia, diamo uno sguardo in alto a sinistra: una grande torre riccamente decorata si erge in cima a casa Lleò Morera.

Mentre camminiamo ammiriamo gli eleganti lampioni in stile floreale che si susseguono lungo il viale. Dopo un po' sulla sinistra notiamo quattro edifici, opera di Gaudí: Casa Ramon Mulleras, Museo del Perfum, Casa Amatller e Casa Batllò. I palazzi si contraddistinguono per i brillanti colori pastello con cui sono dipinte le facciate e il morbido movimento delle linee delle finestre, dei cornicioni, delle porte e dei camini sui tetti.

I comignoli di Casa Batllò.

Giriamo a sinistra in Carrer D'Aragò. Qui troviamo uno degli edifici più interessanti di Barcellona: la Fundaciò Tapies. L'edificio color arancione, realizzato da Domenech i Montaner nel 1879, con le sue ampie finestre ad arco, è sormontato da una particolare scultura in filo spinato intitolata: Nuvole e sedia, opera di Tapies. Visitiamo la fondazione che ospita dipinti, stampe e sculture dell'artista.

Continuiamo. Torniamo su Passeig de Gràcia. A sinistra, dopo aver incrociato Carrer de Mallorca, incontriamo Casa Vinçon, il centro di design più famoso della città, progettato da Montaner.

A pochi passi uno degli edifici più famosi nella storia del Modernismo: Casa Milà, meglio conosciuta come La Pedrera. In quest'opera Gaudí ha espresso le sue idee più innovative: una facciata, realizzata in pietra bianca, che segue un movimento a onda e un insieme di camini, porte e finestre simili a sculture astratte. Continuiamo a camminare fino a raggiungere Avinguda Diagonal. Fin qui abbiamo percorso 1200 metri circa, impiegando più o meno 15 minuti. Proseguiamo, quindi. Giriamo a destra, percorriamo circa 350 metri fino a Carrer Del Bruc. Giunti all'incrocio osserviamo alla nostra sinistra Casa Serrades. Si tratta di un edificio in mattoni rossi con sei torri che terminano a punta. La casa, che risale al 1905, è opera di Puig i Cadafalch e rievoca gli edifici gotici del nord Europa.

Giriamo a destra, in Carrer del Bruc, e camminiamo per 250 metri circa, giriamo di nuovo a destra in Carrer de Mallorca. Continuiamo su questa strada per un centinaio di metri, fermiamoci quando incontriamo Carrer de Roger Lluria. Qui all'incrocio delle due strade, infatti, possiamo osservare altri due edifici in stile modernista: a destra Casa Thomas, di fronte Palau Ramon de Montaner. Stiamo camminando da 25/30 minuti e abbiamo percorso quasi 2 chilometri.

La Sagrada Familia.

Adesso è tempo di dirigersi verso l'edificio più conosciuto, e anche più originale, progettato da Gaudí: la chiesa della Sagrada Familia. Torniamo indietro, dunque, camminando lungo Carrer de Mallorca. Continuiamo su questa via per circa 700/800 metri. Siamo arrivati a Plaça de la Sagrada Familia. Qui si erge la chiesa frutto dell'incredibile originalità dell'artista, che, iniziata nel 1883, non è stata ancora terminata.

Il nostro tour a piedi prosegue verso Parc Güell, ennesima creazione di Gaudí. Dal punto in cui ci troviamo il grande parco dista circa 4 chilometri. Potremo ammirare: la sala delle Cento Colonne, ricca di mosaici in vetro e ceramica, un'originale rampa di scale, fiancheggiata da animali in ceramica, che conduce alla Plaça Circular, anch'essa decorata con mosaici colorati. Infine la casa-museo di Gaudí.

Abbiamo percorso circa 6 chilometri impiegando dalle 2 alle 4 ore, considerando le visite.